Riflessioni Toscane

Beh, ho promesso tante volte che avrei scritto qualcosa in italiano, senza averlo fatto. Oggi invece ci provo. Lo farò correggere da Guido dopo perciò, qualsiasi errori sono i suoi!
Vivo in Italia da 24 anni e da 18 qui a Montalto in Toscana. Qualche anno fa ho anche preso la cittadinanza Italiana. Mi sembra giusto perchè fra un po’ avrò vissuto più anni qui che nella mia Inghilterra. Cosi, vi scrivo da cittadina e con tanto affetto per questo paese che è così bello nonostante i suoi problemi politici e altri.
Una cosa che mi ha sempre irritato tanto e quando leggo, su face-book o il web, articoli scritti per stranieri con titoli tipo “ Come sopravvivere in Italia” o “L’Italia sarebbe un bel paese se non fosse per gli Italiani”. Mi viene una voglia di chiedere a questa gente per quale motivo vivono qui, se intendono essere superiori e sarcastici. Avendo detto questo, ci sono cose che trovo difficile accettare anche oggi dopo tutti questi anni, pero ci sono cose che non mi piacciono nemmeno in Inghilterra. Non penso che esista un vero paradiso in questo mondo.
Comunque credo che questa Italia abbia il potenziale per essere molto meglio. Abbiamo una campagna meravigliosa e (normalmente) un buon clima, che fa si che qui cresca frutta e verdure che paesi più al nord sognano. Abbiamo un popolo pieno di calore e di talento; artisti, artigiani, cuochi.
Con una buona educazione per i giovani, che li aiuterebbe a crescere con fiducia in loro stessi, senza razzismo, sessismo o qualsiasi altro “ismo”, l’Italia potrebbe migliorare davvero. Spero che presto ci saranno i cambiamenti necessario per risanare tutto il sistema, ma non voglio fare polemica.
Invece vorrei raccontarvi le cose che io amo e apprezzo vivendo qui. Non il cibo. Il cibo è scontato. C’e cosi tanto di più. Sento la gente lodare il paese dicendo “Il cibo è buono, il vino fantastico, abbiamo il cibo migliore del mondo, non si mangia cosi altrove, ci sono anche città d’arte e gallerie e poi … c’e il cibo!
E tutto vero ovviamente ma qui sono le cose che sono importanti per me. Io adoro queste colline. A volte al tramonto il Pratomagno sembra fatto di soffice velluto color porpora. I cipressi magnifici puntano il cielo in ogni stagione, come per richiamare la nostra attenzione alle stelle che ci guardano. Quando cammino al mattino presto, se sono fortunata, tra le sottili ragnatele e la rugiada posso vedere un daino attraversare la strada, con passo esitante, e io ritengo il mio respiro con un brivido di gioia. Mi piace guidare tra i paesini che sono rannicchiati sui cucuzzoli, le loro case fatte con le pietre che la terra ha regalato. Quando sono in un paese più grande alzo lo sguardo perche c’e sempre qualcosa lì per stupirmi; una madonnina, un’asta di bandiera in ferro battuto in forma di un drago o un affresco inaspettato.
Poi c’e la gente che ho conosciuto qui. Sono fortunata di conoscere tante persone artistiche e interessanti, professionisti di tutti tipi. Ma c’e anche la gente semplice; le anziane che mi hanno accolto con calore, i ragazzi che vogliono migliorare l’inglese con i quali ho fatto tante risate e gli uomini e le donne di questo paese dove vivo. Mi piace fare una passeggiata sapendo che dovrò fermarmi tante volte per chiacchierare con le persone che incontro.
Siamo fortunati a viveri qui. È nostro dovere insegnare ai giovani ad apprezzare questa loro terra. Dobbiamo far si che ci sia lavoro per loro, in modo che possano costruire il loro futuro in questa valle, non essere obbligati ad andarsene al estero. Cominciamo, ricordando tutto quello che abbiamo proprio qui e sorridiamo a questa estate di pioggia. Scommetto che non sarà così per altri cento anni, mentre in Inghilterra e la normalità!

ILBorro-3

Advertisements